Header pagina
Prescrizioni > Periodiche porte speciali
1.
Con riferimento ai commi 10 e 24 dell'art. 10 del D.Lgs. n. 285/92 modificato dalla Legge 472/99, le sagome, comprensive di tolleranza, organi di fissaggio e ancoraggio del carico dei veicoli e convogli autorizzati al transito in vigenza delle norme di transitabilita' previste dalla presente autorizzazione, non possono comunque eccedere le seguenti misure limite:
Altezza ..... m, Larghezza ..... m, Lunghezza ..... m
 
2.
L’'autorizzazione è valida fino alla data indicata. Resta ferma la facoltà delle «Società» di revocare l'’autorizzazione o sospendere la validità in qualsiasi momento.
 
3.

Sarà cura della ditta autorizzata adottare tutti quegli accorgimenti atti ad evitare in ogni caso perdite del carico.
 

4.
L'eventuale completamento del carico deve, sotto la responsabilità della Ditta, essere nei limiti di massa consentiti dall’autorizzazione e dalle norme vigenti.
 
5.
Il veicolo o trasporto eccezionale non deve superare le velocità indicate nella presente autorizzazione, nonché le ulteriori limitazioni di velocità annotate nelle prescrizioni particolari.
 
6.
Il transito avverrà, di norma, in qualsiasi ora del giorno e della notte; eventuali obblighi e limitazioni orarie al transito stesso verranno prescritti dalla singola Società Concessionaria per le proprie competenze.
 
7. Il transito non può essere effettuato ove sussistono situazioni di menomazione per la sicurezza o d’intralcio alla circolazione: traffico intenso, rallentamenti o code, strada sdrucciolevole, neve, ghiaccio, nebbia o scarsa visibilità, sia diurna che notturna, ecc. Qualora tali condizioni sopravvengano a transito iniziato, il veicolo o trasporto eccezionale deve raggiungere il primo spazio idoneo alla sosta (piazzola, area di parcheggio o area di servizio) esistente nel senso di marcia con esclusione della corsia per la sosta d’emergenza, ed ivi attendere il ristabilirsi delle normali condizioni di transitabilità.
 
8. Su tutti i veicoli o trasporti eccezionali devono essere montati due o più dispositivi supplementari a luce lampeggiante gialla o arancione in modo da essere visibili sia anteriormente che posteriormente e quant'altro previsto dall'art. 11) del Regolamento di attuazione del N.C.d.S. E' obbligatorio, inoltre, l'uso contemporaneo delle luci di posizione e dei proiettori anabbaglianti. Quando la larghezza del veicolo o trasporto eccezionale supera i metri 2,55, la dimensione eccezionale deve essere segnalata anteriormente e posteriormente con apposite luci di massimo ingombro, bianche anteriori e rosse posteriori. Tutti i dispositivi sopra elencati devono essere accesi sia di giorno che di notte, compreso il segnale di pericolo. Devono anche essere installati i pannelli posteriori di segnalazione retroriflettenti e fluorescenti.
 
9. La Ditta è tenuta al pieno rispetto della normativa di legge regolante la circolazione dei veicoli. La Ditta è altresì tenuta ad osservare, oltre le prescrizioni particolari indicate, anche le eventuali limitazioni e le ulteriori prescrizioni di transito che venissero impartite lungo il percorso dagli organi della Polizia Stradale e/o dal personale delle “Società”.
 
10. L'’autorizzazione è valida solo se il veicolo è in regola con la revisione annuale e con la copertura assicurativa.
 
11. L'’efficacia dell'’autorizzazione è subordinata al pieno rispetto, durante il transito, degli obblighi e limitazioni localmente imposti ed evidenziati dalla apposita segnaletica ivi compresi cartelli a messaggio variabile.
 
12. Qualora dietro il veicolo o trasporto eccezionale si formi un incolonnamento, il trasporto stesso, deve essere fermato, in idonea posizione, onde consentire il deflusso del traffico accumulatosi.
 
13. Le “Società” hanno facoltà di controllare, in qualsiasi momento ed a spese della Ditta, la rispondenza delle caratteristiche del veicolo o trasporto eccezionale con quelle indicate nella presente autorizzazione. Allo scopo di effettuare tali controlli, il veicolo o trasporto eccezionale può percorrere, dietro indicazione del personale della “Società”, tratti autostradali non compresi tra quelli previsti nella presente autorizzazione. Qualora per l’effettuazione di controlli si rendesse necessario percorrere tratti di viabilità ordinaria, sarà cura della Ditta procurarsi le autorizzazioni relative.
 
14. Il conducente deve essere munito della presente autorizzazione e dei documenti ad essa eventualmente allegati. Tali documenti devono essere esibiti, a richiesta, al personale delle «Società» e, sempre ad ogni stazione di entrata, di uscita e di transito.
 
15. Il trasportatore deve presentare ad ogni stazione di entrata, di uscita o di transito la presente autorizzazione unitamente ad un attestato di transito, compilato in ogni sua parte, rilasciato dalla «Società» a valere sulla autorizzazione stessa. Tale attestato viene ritirato alle stazioni di svincolo o barriera dei sistemi di esazione di tipo «aperto» ed alle stazioni di uscita dei sistemi di esazione di tipo «chiuso». La validità dell’autorizzazione è quindi sempre subordinata al possesso dell'’attestato di transito.
 
16. In caso di inosservanza delle presenti norme e prescrizioni generali, nonchè delle prescrizioni particolari, come pure di non corrispondenza a quanto autorizzato, decade la validità della presente autorizzazione.
 

AUT. BRESCIA-VERONA-VICENZA-PADOVA AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA        AUTOSTRADE CENTRO PADANE SPA       STRADA DEI PARCHI SPA              AUTOSTRADE PER L'ITALIA SPA        MILANO SERR. - MILANO TANG. S.P.A  AUTOVIE VENETE SPA                 AUTOSTRADE MERIDIONALI SPA         TANGENZIALE DI NAPOLI SPA          AUTOSTRADA TIRRENICA SPA           RAC. AUTOSTRADALE VALLE D'AOSTA SPA SGC FI-PI-LI CAV -  CONC.AUTOSTRADALI VENETE    ANAS SPA